Quando serve la RM?

09/06/2018

 

La RM (risonanza magnetica) non ci dice assolutamente nulla sulle cause di una ipoacusia o di un acufene e non deve essere richiesta a tutti a casaccio tanto per fare qualcosa.

 

 


Serve solo per escludere un neurinoma dell'acustico nei casi in cui questo può essere sospettato ovvero solo in presenza di acufene e/o ipoacusia da un solo lato o con evidente differenza tra i due lati. E a questo scopo la RM va eseguita con tecnica 3D o con il mezzo di contrasto. La TAC è assolutamente inutile e insufficiente per evidenziare un neurinoma e anche con contrasto piccole tumori non vengono diagnosticati. La Risonanza magnetica può a volte essere evitata se è già stato verificato con un esame specifico, i potenziali evocati uditivi, il normale di stato di conduzione del nervo ma purtroppo l'esame se eseguito male come spesso capita può dare esisti dubbi per cui ove previsto preferisco richiedere direttamente una risonanza magnetica da quando non eseguo più l'esame direttamente o con miei tecnici di fiducia.


Quando serve la risonanza magnetica?


Vista la rarità statistica del neurinoma sarebbe assurdo chiedere a tutti di avere una risonanza magnetica (con lunghe liste di attesa o costosa) per è necessario averla prima di passare ad una eventuale fase intensiva per fallimento delle fasi precedenti, nei soli casi in cui è indicata ovvero in presenza di ipoacusia neurosensoriale da un solo lato, e/o di acufene di un solo lato.


Ma cos'è il neurinoma dell'acustico?

Viene chiamato così ma in realtà nasce dal nervo vestibolare e non dal nervo acustico. E' un tumore benigno della guaina di rivestimento del nervo che, nonostante sia molto raro (io personalmente pur con la massima sensibilità diagnostica l'ho "scoperto" in meno di 30 casi su decine di migliaia di pazienti) deve essere la prima cosa a cui deve pensare il medico (ma l'ultima che deve preoccupare il paziente) in presenza di una ipoacusia neurosensoriale da un solo lato soprattutto se progressiva o improvvisa e/o di un acufene monolaterale. 
E' un tumore benigno e quindi non è "cancro" ma crescendo in uno spazio non estendibile come la cavità cranica a contatto con nervi e strutture nervose può, crescendo, dare problemi seri funzionali e sebbene oggi non si arrivi mai a questo, persino per la vita se arrivasse a comprimere il tronco dell'encefalo. La crescita è in realtà molto lenta, ma è importante, che se presente, venga diagnosticato e rimosso con un intervento chirurgico precocemente, perché le maggiori dimensioni comportano maggior rischio di complicanze operatorie soprattutto a carico del nervo facciale.

Please reload

Aggiornamento terapia ottobre 2019

Risultati terapia 2019

NUOVO NUMERO WHATSAPP DOTT. LA TORRE

Consulenza audiovideo

1/5
Please reload

dubbio.jpg

DOMANDE
FREQUENTI

Le opinioni dei pazienti su dott La Torre e terapia acufeni, cura, idrope, ipoacusia, meniere, terapia, vertigini

TESTIMONIANZE
DI PAZIENTI

Commenti o domande generiche al Dott. La Torre

CONTATTO
VIA MAIL

Risultati

RISULTATI
TERAPIA

Profilo facebook professionale del Dott. La Torre

FACEBOOK
DR LA TORRE

Numero whatsapp Dott. La Torre

+393396504961 nuovo
SOLO WHATSAPP

Accesso all'area riservata ai pazienti del Dott. La Torre

AREA
RISERVATA

VOLETE RESTARE IN CONTATTO PER NOVITA' E AGGIORNAMENTI ?
 

Poiché ai sensi del nuovo regolamento sulla privacy GDPR è adesso necessario un consenso informato diretto ed esplicito, per ricevere comunicazioni e aggiornamenti, esclusivamente inerenti la mia attività e l'argomento di questo sito, dovete compilare il consenso (su un modulo google esterno) e automaticamente sarete inseriti tra gli iscritti alla newsletter. La vostra email non sarà trasmessa a nessuno e riceverete solo miei comunicazioni occasionali per aggiornamenti o informazioni. 

Idrope news acufeni, cura, idrope, ipoacusia, meniere, terapia, vertigini

Novità e aggiornamenti

Aggiornamento terapia ottobre 2019

1/16
Please reload

Questo sito è interamente progettato e curato dal Dott. Andrea La Torre (Roma 26-4-1965), Medico Chirurgo (Roma 1989), Specialista in Otorinolaringoiatria (Parma 1993), iscritto all'Albo dell'Ordine dei Medici di Parma al n. 4661. Ogni parte del sito può essere liberamente copiata e diffusa, ma si prega di riportare l'autore e inserire link alla pagina originale.